mercoledì 3 dicembre 2008

Economie Natalizie


Mi sembra un bel messaggio nasalizio [immagine presa da Facebook - gruppo Pillole di Verità]

domenica 30 novembre 2008

[Basics How-To] How i installed/built ffmpeg with mp3, amr, x264, theora, vorbis, xvid support on Kubuntu Hardy Heron 64-bit


Due to license restrictions the ffmpeg binary/package in K/X/Ubuntu repositories the encoding in restricted formats (such as mp3) is not possible by default. Googling around i found out a lot of different guides for ffmpeg installation, but focusing on one format at a time, or enabling only some of ffmpeg features. Here's a (tested) synthesis of all the guides i found. Credits after the howto.

Be warned that i started from a long-time installation, so some more libraries than stated may need to be installed.

Said this, here we go.

We need to remove the repository package and then to install (or compile) the dependencies needed

First a bit of cleansing

$ sudo apt-get remove ffmpeg

Then some utilities & libraries
$ sudo apt-get install git-core checkinstall build-essential subversion liblame-dev libfaad-dev libfaac-dev libxvidcore4-dev libx264-dev libdts-dev libgsm1-dev libtheora-dev libvorbis-dev libdc1394-13-dev libraw1394-dev

Now we have to create a dir to download the source code for ffmpeg and related dependencies
$ mkdir src

Move inside the newly created dir
$ cd src

Now we have to get all of the needed code through subversion, git and wget
$ svn checkout svn://svn.mplayerhq.hu/ffmpeg/trunk ffmpeg
$ git clone git://git.videolan.org/x264.git
$ wget http://ftp.penguin.cz/pub/users/utx/amr/amrnb-7.0.0.2.tar.bz2
$ wget http://ftp.penguin.cz/pub/users/utx/amr/amrwb-7.0.0.3.tar.bz2
$ wget http://www.tortall.net/projects/yasm/releases/yasm-0.7.2.tar.gz

Untar the tarballs
$ tar -xjvf amrnb-7.0.0.2.tar.bz2
$ tar -xjvf amrwb-7.0.0.3.tar.bz2
$ tar -xzvf yasm-0.7.2.tar.gz

Now some compile&install using checkinstall.
Checkinstall is an application meant to replace the 'make install' final command in the process of software installation, by building and installing a .deb (or .rpm or .tgz) package, thus allowing the tracking of the change made, easing software removal.
The output of the process will be a bunch of installed binary packages, removable through dpkg ($sudo dpkg -r [package_name])

Yasm is a modular assembler that will optimize x264 code for MMX/SSE, thus improving encoding speed. The package in Hardy repository is not-so-up-to-date so let's build it.
$ cd yasm-0.7.2
$ ./configure
$ make
$ sudo checkinstall
$ cd ..

Libamr is the audio encoder/decoder for 3gp format (don't know why, checkinstall isn't successful with these)
$ cd amrnb-7.0.0.2
$ ./configure --prefix=/usr
$ make
$ sudo make install
$ cd ..

$ cd amrwb-7.0.0.3
$ ./configure --prefix=/usr
$ make
$ sudo make install
$ cd ..

From Wikipedia: x264 is a free software library for encoding H.264/MPEG-4 AVC video streams
$ cd x264
$ ./configure --prefix=/usr --enable-shared
$ make
$ sudo checkinstall --pkgname=x264 --pkgversion "1:0.svn`date +%Y%m%d`-0.0ubuntu1"
$ sudo ldconfig
$ cd ..

At last, here we go with ffmpeg km-long configuration line, then the usual make && checkinstall
$ cd ffmpeg
$ ./configure --enable-gpl --enable-swscale --enable-pthreads --enable-libvorbis --enable-libtheora --enable-libvorbis --enable-libgsm --enable-libdc1394 --disable-debug --enable-shared --enable-libmp3lame --enable-libfaad --enable-libfaac --disable-vhook --enable-libxvid --enable-libx264 --enable-postproc --enable-libamr-nb --enable-libamr-wb --enable-avfilter --enable-nonfree --prefix=/usr
$ make
$ sudo checkinstall

And that's it!

Credits to:
http://symbiotix.net/articles/compiling-ffmpeg-mp3-ubuntu-revised-ubuntu-gutsy-server
http://po-ru.com/diary/up-to-date-ffmpeg-on-ubuntu-hardy/
http://ubuntuforums.org/showthread.php?t=491885

http://ubuntuforums.org/showthread.php?t=786095&highlight=libx264
FFMpeg Documentation & http://howto-pages.org/ffmpeg/ for software usage help

Don't forget myself...... ^^

venerdì 21 novembre 2008

OdfConverter [with libtiff4] on Kubuntu Gutsy - Howto

Steps to install odf-converter (software that converts MS OpenXML formats in ODF)

1. Download odf-converter-1.1-7.i586.rpm (for x86_32) or odf-converter-1.1-7.x86_64.rpm (for x86_64)
2. Install alien and rpm --> In a terminal just type $sudo apt-get install rpm alien
3. Move to the folder in which the rpm has been downloaded. Convert the .rpm package to a .deb package --> In a terminal $cd /folder/in/which/is/rpm/ - then - $sudo alien -dv odf-converter-1.1-7.x86_64.rpm (or odf-converter-1.1-7.i586.rpm if on 32-bit hardware)
4. Install the newly built .deb package --> $sudo dpkg -i odf-converter_1.1-8_amd64.deb
5. Copy the binary to the binaries folder --> $sudo cp /usr/lib/ooo-2.0/program/OdfConverter /usr/bin
6. Try running Odfconverter --> $OdfConverter
6.b [to do only if the previous command returned "OdfConverter: error while loading shared libraries: libtiff.so.3: cannot open shared object file: No such file or directory"] Create a symlink named libtiff.so.3 pointing to libtiff.so.4 and update libraries cache --> $sudo ln -s /usr/lib/libtiff.so.4 /usr/lib/libtiff.so.3 && sudo ldconfig
7. Start using software --> OdfConverter /I file.to.convert.docx

Credits:
http://www.oooninja.com/2008/01/convert-openxml-docx-etc-in-linux-using.html

http://linux.derkeiler.com/Mailing-Lists/Ubuntu/2006-04/msg02897.html for the libtiff trick

venerdì 10 ottobre 2008

Ars iuris

Piccolo pensierino sulla cosiddetta salva-manager: anche ammettendo con fatica la buona fede del governo che si dice inconsapevole, è normale che gli innumerevoli avvocati in attività che occupano scranni in Parlamento prima o poi pensino di utilizzare la loro "onorevolezza" per difendere i loro clienti, è un vero e proprio conflitto di interessi (ma va?)

lunedì 22 settembre 2008

Sulla difensiva

Mi sembra quantomeno bizzarro che un'azienda i cui prodotti occupano quote di mercato invidiabili (tra il 75% ed il 95%, a seconda del prodotto), come Microsoft, faccia una campagna pubblicitaria in risposta a quella di un competitor minore com'è Apple (in ambito consumer/soho). È la nuova campagna "I'm a PC" - Video su Youtube.
Sembra quasi un'azione mossa dalla paura, fatta da un player messo all'angolo dall'inferiorità dei propri prodotti, e dalla paranoia, sull'onda lunga della Mojave Experience MS riprova a dare la colpa delle cattive vendite di Vista a campagne pubblicitarie avverse (pur senza nominare apertamente il fallimentare OS, consci della sua cattiva immagine).
Il fatto, poi, che la campagna sia stata realizzata utilizzando prodotti Apple+Adobe, porta a pensare che, mentre "PC" cerca di convicerci del suo non essere un piatto stereotipo, "Mac" è nascosto dietro le quinte a lavorare.
Totale autogol da parte di MS, insomma.

venerdì 12 settembre 2008

Paranoia digitale

Pensierino paranoico del giorno: e se lasciassero fare ai vari siti di streaming per ridurre l'utenza del p2p in modo da colpire più facilmente quest'ultimo? Sarebbe semplice, poi, fare piazza pulita (per qualche settimana, perlomeno)
....questa è davvero da copirazionista paranoico, lo ammetto.....

martedì 2 settembre 2008

Rest in Peace

Il giorno 23 agosto alle 5 del mattino è morta, dopo solo un mese dalla diagnosi di una terribile malattia, Angela Maria Marinelli. Mia madre.

Possa riposare in pace

T_T

mercoledì 23 luglio 2008

mercoledì 9 luglio 2008

L'Androide sta arrivando..


Torno a scrivere un post dopo quasi un mese, così da aver perso, probabilmente, l'unico lettore di questo blog -_-

Ammetto di essere un detrattore dell'iPhone, più per ragioni "politiche" che per altro (alla fine è un aggeggio bello e divertente, e, come tutte le cose fatte da Apple negli ultimi anni, ha una personalità); come sa chi mi conosce, sono anche un acceso sostenitore dell'open-source, e perciò l'arrivo imminente di Android mi attira non poco.
Nonostante ciò la carenza di tempo ed energie che mi affligge ultimamente mi aveva tenuto lontano dall'informarmi approfonditamente sulla questione; certo, quel po' che avevo visto non mi aveva convinto per nulla sullo "stato dei lavori", ma sapevo che presto sarebbe emerso qualcosa di goloso.
Ebbene, oggi mi imbatto questo [via /dev/random, via Linuxfeed], ad opera della The Astonishing Tribe (TAT), società svedese specializzata in Interfacce. È letteralmente sconvolgente quel poco che traspare dai video e dagli screenshot, innanzitutto per il fatto che i difetti dei video del CES sono completamente spariti. Interfacce fluidissime, per quanto molto simili, in certi momenti e per certi versi, a quelle del Symbian S60. La visualizzazione delle foto (truly awesome), i popup delle applicazioni, i movimenti di sfondi, menù ed icone, sono tutti incredibilmente belli (in effetti la quantità di eyecandy è davvero notevole), ed appaiono infarciti di piccole e grandi trovate in termini di "usabilità penninica" (ho intravisto un menu circolare al centro dello schermo).
E questo è solo una dell UI che presumo si stiano sviluppando su Android
Nel contesto della competizione con iPhone solo una cosa può giocare a svantaggio di Android, ed è uno dei fattori che hanno decretato il successo di Apple in tempi di PowerPc: l'unicità della piattaforma iPhone, condita dall'estrema sinergia hardware-software "spinta" da Jobs con la forte limitazione alle applicazioni di terze parti, garantisce alla casa di Cupertino un vantaggio notevole in termini di funzionalità generale e fascino del dispositivo. Dove la responsabilità ultima dell'integrazione di Android con i dispositivi fosse lasciata ai produttori, vista la mancanza di expertise di questi ultimi, e vista la risibile integrazione di Windos Mobile con le piattaforme hardware esistenti, il risultato potrebbero essere una serie di accrocchietti carini ma awkward.
Mi chiedo, poi, come funzionerà l'abbinamento tra interfacce/software e produttori. Per dirla in modo semplice e con un esempio: cosa troveranno i fortunati acquirenti di un HTC Dream? Quanto sarà possibile customizzare il software e l'interfaccia? E cosa ci sarà su dispositivi di altri produttori? In fondo dubito che qualcuno possa anche solo pensare di vendere cellulari senza sistema operativo, e dubito ancor più che Google non stia facendo tutto ciò per aggiudicarsi tanti begli accordini con i produttori di Hardware....Staremo a vedere cosa tirerà fuori la grande G.
Non dimentichiamo poi che, a prescindere dall'entusiasmo per il pregevole lavoro della TAT, l'apertura del codice di Symbian, Ubuntu mobile, ed il lancio (imminente?) della Touch UI da parte di Nokia rendono lo scenario competitivo dei sistemi operativi per mobile alquanto variegato ed interessante......e l'avvento delle picoITX mi dice che lo scenrio sta per cambiare ulteriormente...
Di Windows Mobile non ne parlo: ammetto di non averlo usato a fondo, ma da quel che sento, vedo e aiuto con i miei colleghi e capi con HTC non deve essere niente di che...

giovedì 12 giugno 2008

STFW!

La mia nuova segnalazione preferita

http://www.zittoecercasugoogle.it/

[thanx to JJFlash via Twitter]

mercoledì 4 giugno 2008

Un sogno all'incontrario..




Sembra il sogno all'incontrario di Paolo Rossi. Dopo l'inversione di polarità sull'economia (sinistra liberista - destra statalista), ecco che quel geniaccio di Tremonti se ne esce con la "Robin Hood Tax". Da Vero Cabarettista (come tutti i Berlusconiti, in fondo) qual'è, frega una vecchia battuta cara ai comunisti come la "Tobin Tax" e la spaccia per sua.
Fingendosi originale genio dalla parte del popolo, il grande Giulio gli appiccica il nome del fascinoso eroe che ruba ai ricchi per dare ai poveri (in fondo, a meno di vedere Wikipedia, chi c*$%%o è 'sto Tobin?), e la modifica quel tanto che basta per trasformarla nella solita inc$*%&$a: tassazione dei petrolieri, gli unici capaci di rivalersi in maniera diretta sui consumatori.
Per carità, buone le intenzioni, ma da dove gli è venuta fuori l'idea di proporre qualcosa che nemmeno la sinistra ha mai osato proporre per la netta opposizione di centro e destra?
Ma 'sti politici se li leggono l'un l'altro i disegni di legge o sparano cazzate in totale solitudine?

mercoledì 28 maggio 2008

War!



Until the philosophy which hold one race superior
And another
Inferior
Is finally
And permanently
Discredited
And abandoned -
Everywhere is war -
Me say war.

That until there no longer
First class and second class citizens of any nation
Until the colour of a mans skin
Is of no more significance than the colour of his eyes -
Me say war.

That until the basic human rights
Are equally guaranteed to all,
Without regard to race -
Dis a war.

That until that day
The dream of lasting peace,
World citizenship
Rule of international morality
Will remain in but a fleeting illusion to be pursued,
But never attained -
Now everywhere is war - war.

And until the ignoble and unhappy regimes
That hold our brothers in angola,
In mozambique,
South africa
Sub-human bondage
Have been toppled,
Utterly destroyed -
Well, everywhere is war -
Me say war.

War in the east,
War in the west,
War up north,
War down south -
War - war -
Rumours of war.
And until that day,
The african continent
Will not know peace,
We africans will fight - we find it necessary -
And we know we shall win
As we are confident
In the victory

Of good over evil -
Good over evil, yeah!
Good over evil -
Good over evil, yeah!
Good over evil -
Good over evil, yeah!

lunedì 26 maggio 2008

Web del futuro, cloud computing e ADSL

Giusto due spiccioli su una cosa che mi ronza in testa da un po', e che nel mio piccolissimo ambiente PMI già comincia a dare le prime avvisaglie: c'è chi dice che il futuro dell'informatica sia da cercare nel cloud computing, ovvero nella disponibilità da remoto di servizi (di storage, ma non solo), perlopiù forniti da terze parti, che saranno fruiti da client leggeri sia desktop che mobile.
Per quanto io tenda a contestare questa visione per ciò che riguarda la sua base "commerciale", nel suo basarsi su terze parti per definizione inaffidabili, accolgo in pieno la visione di un computing distribuito, arricchito dalle possiblità della cosiddetta Internet of things, e questo porta alla mia mente una questione chiave come può essere quella delle infrastrutture.
Non conosco i numeri precisi, ma certamente non sbaglio se dico che oggi la grandissima maggioranza delle connessioni a banda larga, fondamentali per il computing distribuito, sono ADSL. L'ADSL è connessione fortemente asimmetrica (non so se per limiti tecnici o per scelta degli operatori): nel mio ufficio, connessione Alice Business, se uno dei computer sulla LAN effettua un backup su un disco di rete, non naviga più nessuno.
Il router è "blindato", quindi non possiamo nemmeno impostare un QoS in locale senza tirare su un server, che avrebbe comunque solo quella funzione, visto che siamo in pochi e, per le nostre esigenze, qualsiasi soluzione di storage ed autenticazione superiore al NAS esistente sarebbe decisamente sovradimensionata; inutile dire che il suddetto router ci NATta tutti, quindi niente server aperto all'esterno per un Apache o per rendere il NAS accessibile dall'esterno (evitando Hamachi).
I miei dubbi sono due:
1. con l'attuale evoluzione del mercato della connettività, a meno di clamorosi cambi di tendenza, la fruizione dei servizi di computing distribuito, è pressocchè impossibile
2. non sarà che, attraverso cellulari e Wi-Max si stia cercando di introdurre una filosofia (un sacco redditizia per le telco) del tipo one-man-one-connection a supporto dei "giardinetti privati" del cloud computing, proprio per evitare il proliferare di server casalinghi con più funzioni di un videoregistratore?
3. prenderà mai piede l'abitudine al mesh networking tramite wireless? (per la cronaca, io speravo parecchio in Netsukuku)

A me sembra una forma moooolto lungimirante di oligpolismo, ma, come al solito, si vedrà...

venerdì 16 maggio 2008

Incoerenza nell'interfaccia: un esempio paradigmatico

Premetto che mi sono innamorato di KDE4: nonostante in un mio post precedente l'abbia bollato come una beta mascherata da final release (il che comunque rimane vero, pur comprendendo che per un prodotto opensource il debug user-driven sia fondamentale), il look&feel generale, la reattività dell'interfaccia (ancora pesantuccia per la mia Mobility Radeon 9600 128MB con gli scrausi fglrx, ma comunque più performante di ogni altro composite abbia mai provato), e, diciamo, le possibilità per il futuro che si intravedono, mi hanno indotto a cambiare idea.
Ci sono un mare di piccoli bug (per esempio l'imprevedibile comportamento del tasto destro) ed incoerenze, una delle quali merita di essere inserita qui perchè infrazione paradigmatica di principi di buon design, presente talvolta anche in blasonati prodotti commerciali.
Una tipica ridondanza nell'interfaccia: nel menù K (diciamo, lo "Start" di XP), diviso in tab, vi è una sezione chiamata logout:

notate le opzioni di chiusura sessione, cambio utente ecc.
Selezionando una qualsiasi delle voci appare questo ulteriore menù che, sorpresa sorpresa, offre le stesse opzioni tra cui scegliere......commovente

mercoledì 14 maggio 2008

Ya Basta!

I ROM NON RUBANO I BAMBINI! NON ESISTE UN SOLO CASO ACCERTATO! L'HA AMMESSO PERSINO MATRIX!
BASTA! BASTA! BASTA!

QUESTO PAESE VA VERSO UNA BRUTTISSIMA DERIVA RAZZISTA PER COLPA DI GIORNALI, GIORNALISTI E TV

(post in maiuscolo perchè gridato)

MI SEMBRA DI ESSERE A TEATRO: CRISI RIFIUTI > ANNUNCIO CDM A NAPOLI > "EMERGENZA" ROM CHE RUBANO BAMBINI > PALADINI DELLA GIUSTIZIA ANNUNCIANO LEGGE SICUREZZA

e quando l'irlanda, tra dieci anni, dopo che l'italia starà con le pezze al culo, farà le leggi contro l'immigrazione di Italiani?

domenica 11 maggio 2008

La gatta frettolosa

Chi mi conosce sa che sono un sostenitore a spada tratta del software libero e di (K)Ubuntu GNU/Linux.
Ammetto, inoltre, che ci sia del buono nei prodotti MS ed Apple (soprattutto Apple), in special modo per quel che riguarda facilità d'uso e look&feel; questi prodotti, però, decisamente non fanno per me per diverse ragioni, non ultima la tendenza a "opacizzare" il rapporto tra utente e core del sistema, affrontando in maniera deludente l'apparente irrisolvibile questione di interfacce in grado di adattarsi all'expertise dell'utente.
Vi è però un tratto comune tra i tre sistemi operativi, deriva della competizione sempre più serrata in termini di immagine e popolarità: la fretta.
È mia opinione che la fretta di uscire con nuovi prodotti con lo scopo di affrontare i competitor stia nuocendo in maniera enorme alla qualità dei prodotti stessi, causando un peggioramento generalizzato dei prodotti informatici desktop-oriented.
Nonostante il proliferare di prodotti realmente innovativi, spesso i bug irrisolti al momento della release contribuiscono a peggiorare l'esperienza dell'utente destinatario, che doveva essere migliorata da tali innovazioni.
Alcuni esempi:
Apple MacOSX Leopard - fino al rilascio di un paio di grandi patch le perfomance generali del sistema lasciavano parecchio a desiderare; pur non avendo avuto la possibilità di testarlo approfonditamente, la rete è piena di commenti negativi, specie in caso di aggiornamento da versioni precedenti
Microsoft Windows Vista - non sono un fan della Microsoft, soprattutto per ragioni etico-politiche, derivanti dalla scarsità generale della qualità dei prodotti più diffusi (anche se va detto che anche MS ha fatto delle buone cose). Vista era stato annunciato come un prodotto rivoluzionario, ma la mal tarata granularità dell'UAC dimostra come non sia stato speso del tempo neanche per user test approfonditi, senza contare le innumerevoli problematiche legate a compatibilità hardware, "fame" di risorse, e bug in servizi elementari (tipo stack TCP/IP o accesso a share NetBios/SMB) immancabilmente risultanti in BSOD. Rifiutato da utenti, produttori di computer/venditori (il nuovo sistema disorienta gli utenti), PA ed istituzioni varie (aggiornamento troppo costoso), addirittura aziende, è stato definito da Ballmer, CEO della Microsoft, come un "work in progress". Enorme rilascio di "pezze", come al solito, anche un Service Pack: si vedrà come andrà... (non ho installato Vista su macchine di mia proprietà, ma i laptop dei miei colleghi in ufficio mi hanno dato molto da pensare, da ridere, e da risolvere :°( )
Canonical Kubuntu 8.04 Hardy Heron GNU/Linux - Kubuntu fan dalla 6.04 questa release mi ha lasciato disappunto. La qualità generale è piuttosto buona, ma vi sono alcuni bug che mi hanno lasciato parecchio deluso, ed alcune feature la cui incompletezza o mancanza di sviluppo scoraggianti. Pur ammettendo di aver aggiornato dalla 7.10, quindi non un'installazione ex-novo, ho incontrato un problema di certo non irrisolvibile, ma fastidioso, terrorizzante per nuovi utenti gnu/linux, vera e propria utenza target di questa distro, ma soprattutto "ovvio", facilmente riproducibile, e ricorrente in un gran numero di macchine:
- black screen al logout, solo due modi per spegnere il PC in maniera sicura (Alt+SysRq/Stamp+R Alt+SysRq/Stamp+E, per terminare i terminali e far riprendere la procedura di spegnimento oppure Alt+SysRq/Stamp+S Alt+SysRq/Stamp+U Alt+SysRq/Stamp+O per sincronizzare i filesystem, smontarli e spegnere il computer) sicuramente sconosciuti ai più. La soluzione al problema qui. (Thanks to Stefan Carslöv for finding it out, Albert Astals Cid for blogging about it and JEMH for posting it on lauchpad) []
Se a ciò si aggiungono questo bug nel preloader di Wine ed il pastrocchio NetworkManager+Avahi si può comprendere la disperazione di eventuali utenti migranti da Windows(la soluzione qui)
KDE4 è praticamente una beta spacciata per una final release, ed il fatto che il menù dei plasmoidi non si possa spostare mi impedisce anche solo di usarlo (uso la taskbar in alto).
Di FF3 Beta incluso nelle repository tutti parlano male, ma dopo un pò di prove devo dire che va di gran lunga meglio dei predecessori, a parte occasionali crash. E questo salva l'intero panorama dei browser (visto che non ce n'è uno buono - speriamo in Konqueror + Webkit)
E i driver ATI e la gestione di due schermi sono un vero dramma.......
In fin della fiera continuerò ad usare Kubuntu, ma per la prima volta dalla prima installazione sto valutando il passaggio ad altra distro....

mercoledì 30 aprile 2008

E cominciamo bene...

Mi sembra proprio che saranno anni di puro cabaret (oltre che di vergogna internazionale):

- [da Repubblica] ennesima dimostrazione che l'Italia vive una situazione particolarissima, e che vi sia una crisi a tutto campo del sistema politico, la minaccia del presidente del consiglio in doppio-pectore di acqusitare (come Stato, non come imprenditore) Alitalia, perdipiù attraverso le vespasianiche FS. Ormai il ribaltamento è totale: ad una sinistra liberista fa eco una destra che fa leva sui sentimenti più viscerali delle persone, e quindi sicurezza, immigrazione e nazionalismo. A mio parere la sinistra deve la sua sconfitta a beneficio di gente come Bossi ed Alemanno principalmente a tre fattori: immagine mediatica del governo Prodi, avvicinamento eccessivo alle istanze della classe dirigente ed in particolare di Confindustria, tradimento delle promesse elettorali; mi duole dirlo, ma se lo sono ampiamente meritato

-[da Repubblica] Ma io mi domando e dico (tanto per citare la mia cara professoressa di italiano): è possibile mai che la gente ha votato quello psicotico di Bossi con una proporzione di 1 su 10? Sulla soglia del Parlamento, alla riapertura dopo il suo successo elettorale, parla di fucili? E la gente si lamentava di Bertinotti ...

-[da Ansa] Dopo Levi e l'unanimità del Consiglio dei Ministri, anche Napolitano dimostra di capire poco le dinamiche del presente, e ancor meno di saer vivere con un occhio al futuro: mi stupisce poco, per gente di quell'età. Cosa ci riserva il futuro, con gente che crede ancora nel t-government (che poi si potrebbe quasi dire che già ci siamo)?

-[da Repubblica] Alemanno porta la celtica al collo, e i quartieri ex-partigiani lo votano in massa? Ma cos'è, hanno vaporizzato LSD nell'aria di Roma?

Blogged with Flock

lunedì 21 aprile 2008

The WOW effect!

[da PI]

È davvero incredibile. Ballmer ha ammesso pubblicamente che Vista è un work in progress. Minimo 400 euro per una beta (senza considerare hardware ed eventuali downtime dovuti, che so, ai bluescreen per le condivisioni NetBios/SMB) è ancora più una fregatura di quelle a cui M$ ci aveva abituato.
Se questo è il nuovo corso di Ballmer stiamo a posto...




Blogged with Flock

lunedì 14 aprile 2008

Trenitalia vuol dire sfiducia

Il servizio di Trenitalia è uno schifo, e questa è cosa risaputa, ma adesso ricorrono alla truffa sistematica nel vano tentativo di trovare i soldi per fare quegli adeguamenti sulle linee, senza i quali tutti i progetti di alta velocità sono sogni irrealizzabili.
Il racconto che segue è solo l'ultimo caso di una truffa di cui sono stato vittima (insieme a tutti gli altri passeggeri) sull'accidentatissima tratta Bari-Roma.
Costretto dall'affollamento elettorale prenoto un posto in prima classe, tra gli ultimi disponibili per arrivare a Roma in giornata, secondo la biglietteria automatica su un prestigioso Eurostar Italia, per la modica cifra di €63,00. Ora di partenza: 5.15 ; ora di arrivo: 10.22 (Le solite 5 ore per un tragitto che in macchina ne dura 3 e mezza).....
Giunto al binario, ancora terribilmente assonnato per la levataccia, mi rendo conto che, per l'ennesima volta, al prezzo di un Eurostar, avrei viaggiato in un fantastico TrenOk(azz)!
Che bello, che allegria, ho il posto in fondo al vagone, posso attaccarmi all'unica presa di corrente e lavorare per coprire la mezza giornata persa! Che bello, che allegria, non funziona!
Andrò al bar a prendere una bottiglietta d'acqua e qualcosa da mangiare, chè alle 5 non ho avuto il tempo di fare colazione a terra..... Scusi, dov'è la carrozza ristorante? Controllore n.1 : mi spiace, non c'è. Io: ma passerà il carrello, spero. Controllore n.1 : no, mi spiace. Io : Sigh. Il mio stomaco: bllleeeuuugggg.
Uff.
Mi metto a leggere per ingannare l'attesa, visto che le poltrone dei trenok sembrano progettate da un inquisitore per deprivare del sonno il povero viaggiatore, quando un impellente bisogno fisiologico mi spinge a cercare una toilette.....Dopo 2 vagoni, ormai in seconda classe, trovo un cesso funzionante, rendendomi conto che seconda e prima sui trenokazz sono identiche.....
E dire che il Roma-Bari era un vero Eurostar.......
Che bel viaggio! 63 yuri buttati!
Grazie Trenitalia! Spero in un vostro imminente fallimento!
(Ripeto, non era la prima volta, ma la forzosa prima classe identica alla seconda me le ha fatte proprio girare)
Coming soon: le foto del bellissimo treno (appena le sblututto dall'enne70)

Blogged with Flock

martedì 1 aprile 2008

IdV? PBC? PS??????



Elezioni 2008. Io sono qui. E tu dove sei?

[finita la php full immersion, sto per tornare.....]

martedì 26 febbraio 2008

I and I support to the fullness

Nonostante non stimi particolarmente Gilioli (ma già da prima dell'intervista mancata a Grillo, eh), supporto in pieno l'iniziativa partita dal suo blog.
Basta ingerenze della chiesa in scienza e ricerca, basta Ferrara, basta Movimento per la Vita!
¡Ya Basta!

mercoledì 13 febbraio 2008

IT

Perchè è così difficile far capire a chi vende IT che nell'IT "il cliente ha sempre torto"?

Blogged with Flock

venerdì 8 febbraio 2008

La tassa del K

http://punto-informatico.it/p.aspx?i=2183691

Questo è davvero troppo. Questo conferma l'errore di mantenere l'attuale gerontocrazia. Questo conferma l'enorme scollamento tra chi fa le leggi e chi le subisce. Questo riconferma per l'ennesima volta che la Giustizia è una cosa per gente ricca.
Ma questa gente lo sa che ormai gli album fotografici sono digitali?
Ma questa gente lo sa che cosa ci sta in un Kb?
Ma questa gente lo sa che ormai, data la mole di dati in ogni computer, i CD si usano molto meno come supporto dati?

Mi sono scocciato di dirlo come di sentirlo dire: sò tutt' 'na razz' .

Postilla tecnica: ma perchè una "cassetta videofonografica" (leggi VHS) da 240 minuti è tassata 7,75€, mentre l'equivalente digitale una cifra incalcolabile? E i DAT sono considerati "cassette videofonografiche"? (se si basta un'unità di backup a nastro)

Blogged with Flock

venerdì 25 gennaio 2008

Incredibile

È dai tempi del confronto Alvaro Vitali-Jean Todt che non vedevo una somiglianza così scioccante in termini di aspetto, mimica e gestualità



Me ne sono accorto ieri guardando questo: http://www.ted.com/index.php/talks/view/id/205

venerdì 18 gennaio 2008

Brutti bastardi!



maledetto copyright

giovedì 10 gennaio 2008

Comcast vs. Libero

Diciamo sempre peste e corna dell'America e di tutti i suoi mali, ma perlomeno lì ogni tanto le figure di garanzia garantiscono e le aziende pagano: come riportato da Punto Informatico quest'oggi Comcast è sotto indagine da parte della Federal Communication Commission per la palese violazione dei diritti dei consumatori, nonchè della neutralità della rete, costituita dall'eccessiva applicazione di filtri sul traffico P2P. Da noi, in Italia, Libero è da anni accusata dai suoi utenti di applicare le stesse politiche aggressive (di cui peraltro continuo ad essere testimone, trovandomi sempre in affitto in case con linea Libero), bloccando totalmente quel tipo di traffico, peraltro usato da sempre più applicazioni legali (vedi, per esempio, l'updater di World of Warcraft), e rallentando nel contempo la normale navigazione (la connessione a Radio Rai su un secondo computer muore, per fare un esempio), ma nessuna delle nostre varie autorità garanti (immagino lautamente stipendiate) si è mai premurata nemmeno di fare qualche domanda.
Da noi, in Europa, Mr. Sarkozy, tra un toccata di zinne alla Bruni e l'altra, enuncia la sua dottrina in fatto di P2P, e la democraticissima inghilterra decide di andargli subito dietro, forte della mancata tutela della copia privata nella sua legislazione.... Nel frattempo i nostri politici decidono di votare una PDL al cui comma uno bis si fa un favorone alla SIAE (che alcuni addirittura davano per moritura), imponendo un limite qualitativo al tipo di contenuti che la rete può ospitare ("immagini e musiche a bassa risoluzione o degradati, per uso didattico o enciclopedico e solo nel caso in cui tale utilizzo non sia a scopo di lucro").

Neutralità? Chi è costei?

Blogged with Flock

martedì 8 gennaio 2008

Questa non la sapevo (ma i fan sicuramente si)

A recovering alcoholic, [Stephen] King noted in his book "On Writing" that he was drunk virtually the whole time of writing the book "Cujo" and to this day barely remembers writing any of it.

Blogged with Flock

lunedì 7 gennaio 2008

Un bel gioco dura poco


Ok, ho cantato vittoria troppo presto: anche Flock è afflitto da problemi di consumo eccessivo di cicli di CPU, con conseguenti crash o problemi collaterali (p.es. la riproduzione audio salta). Visto e considerato che Opera ha lo stesso problema che faccio? Lynx?

The meaning of FUD - Parte II

Anno nuovo cose vecchie:
in un articolo presente oggi su Punto Informatico si parla dell'intenzione della sempre più fantomatica Al-Qaida di muoversi a mezzi di comunicazione più moderni. Questa SPECTRE islamica starebbe diffondendo video per cellulari adatti alla fruizione su cellulare.
Ora, a parte che l'articolo si contraddice ("[...] i videomessaggi sono sempre disponibili per i militanti sui siti web delle organizzazioni, ma richiedono un computer e una connessione broadband per il download o lo streaming. Risorse che spesso non sono disponibili."
e, poco più giù
"Le dimensioni dei file [...] da 17 a 120 MB") vorrei sapere come mai quando si parla di Al-Qaida nessuno metta mai link (compreso l'articolo originale).
Fear, uncertainty, doubt? (ovvero il mercato della paura?)

Blogged with Flock